Ebbene sì, sono tornata alla vita mondana!

Complice la temperatura da cartoccio al forno della mansarda dove vivo, che ha un meraviglioso tetto in lamiera, la fuga verso altri lidi è quasi d’obbligo. Se poi questi lidi sono vicino a un corso d’acqua ancora meglio. E se questo corso d’acqua è il Po… va beh, ci adattiamo.

Programma della serata: quattro salti alla Dogana, cioè al porto del Po. Dopo sei anni di battenti chiusi, ecco riaprire il locale che tante soddisfazioni ha dato a me e a Bustling Barbara.

girocolloMia compagna d’avventura è Martha Von Teese e il tema della serata sono i gloriosi anni Novanta. Per l’occasione oso un crop top sopra l’ombelico, ma con mia grande ammirazione vedo riesumati su alcune ragazze girocolli effetto tatuaggio, jeans a vita alta e bandane.

La Dogana mi è sempre piaciuta. Alberi alti, molto spazio all’aperto. Meno male che Edo e la sua crew (Edo è il titolare della Tisaneria) l’hanno riaperta. E poi c’è di nuovo che hanno messo la sabbia nella zona divanetti, una figata (o per lo meno io non ricordo che sei anni fa ci fosse).

£

Alla consolle Giorgio G, un nome, una garanzia. Con lui riviviamo gli anni di Eins-Zwei-Polizei, Rhitm is a dancing e tutte le canzoni che suonavano alla fiera in autopista.

è

ö

Ora veniamo alla spinosa questione ETA’.

Senz’ombra di dubbio l’età media è bassina, la maggior parte dei ragazzi avranno 20-22 anni. Però chissene. Qualche trentenne c’è e poi la musica anni Novanta è la più bella! Quindi il locale è super promosso: è estivo, è leggero e c’è gente carina. Cosa volere di più?

 

 

A proposito dell'autore

Flavia Vighini

Cremonese, antispecista, koumpounofobica. Già ti sento: Koumpouno-che?? Odio i bottoni. Sì, li odio, li detesto! La polo è la mia peggior nemica. Amo tutto di Cremona: la città: la luce che batte contro il Duomo al crepuscolo, i liutai, il mercato del sabato mattina, i tramezzini di Ugo, i fiori di pioppo; tutto tranne le zanzare. Nella vita mi occupo di relazioni internazionali. Mi piace scrivere, leggere e conoscere persone nuove. Nelle mie pause pranzo studio Lettere e beni culturali alla facoltà di Musicologia di Cremona.