Quello che non sapevo è che con gli hennè si potessero ottenere diverse variazioni di colori, non solo il ramato. L’ho imparato giovedì sera da Rachele, nel suo nuovo negozio Bio Vegan Parrucchieri, e ora lo voglio condividere con voi.

hennè4

Se volete schiarire i capelli, qualunque sia il vostro colore di partenza, potete preparare questo composto. Mettete in una ciotola:

  • 200 grammi di cassia obovata
  • 30 grammi di miele di castagno
  • 50 grammi di latte e polpa di cocco
  • 5 grammi di curcuma
  • 20 grammi di oleito di camomilla (è un olio intriso di fiori di camomilla)
  • 30 grammi di polvere di radice di rabarbaro

e miscelate il tutto con acqua calda a 30 gradi. Quanta? A occhio. Il composto non deve essere troppo liquido. Applicate la pappetta sui capelli con un pennello grosso, come una normale tinta.

Tempo di posa? La pazienza è la virtù dei vegani. Come minimo ci vogliono 3 ore. Le applicazioni si possono ripetere fino al livello di schiaritura desiderata. Ovviamente non diventerete mai platino, ma sono sicura che queste pratiche interessano a chi vuole risultati naturali, proprio come i prodotti che applica sui capelli.

Se invece volete coprire i capelli bianchi di un colore scuro dovete preparare questa miscela:

  • 100 grammi di lawsonia inermis
  • 50 grammi di indigo
  • 20 grammi di mallo di noce
  • 20 grammi di emla

e liquefarla in un decotto di salvia e rosmarino. Anche qui l’applicazione deve durare 3 o 4 ore.

Se soffrite di cervicale e rabbrividite all’idea di tenere la testa bagnata per così tanto tempo, sappiate che esistono delle cuffie termiche da tenere in testa per la durata del tempo di posa!

In realtà durante la serata non si è parlato solo di hennè. Con noi c’era anche la blogger Stefania Rossini di Naturalmente Stefy, mamma tuttofare che 6 anni fa ha scoperto che non esisteva un solo modo di vivere e ha cercato quello che più le corrispondeva.  Stefania è una donna che autoproduce moltissimo di quello che necessita e ha l’obiettivo di trasmettere agli altri questo suo messaggio di semplicità.

Con lei abbiamo imparato a creare un gel ai semi di lino, degli olii di girasole intrisi di essenze d’erbe e delle maschere all’argilla per depurare i capelli:

Vi ha incuriosito questo mondo?

Ecco i prossimi appuntamenti e il loro tema:

  • giovedì 11 agosto 2016: Impacco post mare per capelli
    Si parlerà anche del trattamento thailandese per eliminare gli odiosi pidocchi dai capelli dei bambini e di antinfiammatori post scottature
  • giovedì 15 settembre 2016: Creare uno shampoo fai da te
    Si parlerà anche di balsami e prodotti anticaduta come il potente tonico al radicchio scoperto da Mario Lorenzin

Dove? da Bio Vegan Parrucchieri in Corso Garibaldi 228 a Cremona

 

A proposito dell'autore

Flavia Vighini

Cremonese, antispecista, koumpounofobica. Già ti sento: Koumpouno-che?? Odio i bottoni. Sì, li odio, li detesto! La polo è la mia peggior nemica. Amo tutto di Cremona: la città: la luce che batte contro il Duomo al crepuscolo, i liutai, il mercato del sabato mattina, i tramezzini di Ugo, i fiori di pioppo; tutto tranne le zanzare. Nella vita mi occupo di relazioni internazionali. Mi piace scrivere, leggere e conoscere persone nuove. Nelle mie pause pranzo studio Lettere e beni culturali alla facoltà di Musicologia di Cremona.